Annunci del sito

Protocollo anti Covid in vigore fino al 30 giugno

by Amministratore Sistema -

L’utilizzo del protocollo anti Covid sui luoghi di lavoro nel settore privato è stato prorogato fino al 30 giugno 2022. Così è stato deciso nella riunione del 4 maggio u.s. a cui hanno partecipato parti sociali (tra cui CONFIMI INDUSTRIA), rappresentanti dei Ministeri del Lavoro, della Salute, dello Sviluppo economico e dell’INAIL.
I partecipanti all’incontro hanno ritenuto che il protocollo del 6 aprile 2021 costituisca un valido strumento di prevenzione anche dopo la cessazione dello stato di emergenza, per contrastare la diffusione del Covid-19.
Ne consegue, tra le altre cose, che l’utilizzo della mascherina chirurgica continuerà a essere obbligatorio sia al chiuso che all’aperto, eccetto per le attività svolte in condizioni di isolamento. Il protocollo qualifica come Dpi le mascherine, imponendone come conseguenza l’uso in caso di condivisione degli ambienti di lavoro e di riunioni in presenza.
Il protocollo detta inoltre disposizioni per quanto riguarda la compresenza dei lavoratori e la gestione degli spazi comuni, la sanificazione e la pulizia, il ricorso allo smart working e la gestione delle persone positive in azienda o il rientro dopo la malattia.
Entro il 30 giugno ci sarà un nuovo incontro per verificare l’opportunità di apportare aggiornamenti al protocollo in relazione all’evoluzione dell’epidemia.

Attachment protocollo-anticovid.jpg

Nuove Iniziative D'Impresa - Regione Puglia

by Amministratore Sistema -

NIDI è il fondo attraverso cui la Regione Puglia sostiene, con contributi a fondo perduto e prestiti rimborsabili, persone che hanno perso il lavoro, giovani e donne che vogliono avviare studi professionali associati o microimprese, costituite da meno di 6 mesi o non ancora costituite, micro e piccole imprese esistenti che vogliono realizzare un subentro generazionale nella propria gestione, dipendenti che intendono salvaguardare la propria occupazione rilevando le imprese in crisi o le imprese confiscate per cui lavorano.

Beneficiari

Compagini Giovanili da costituirsi in forma di società, partecipate interamente da giovani con età compresa tra i 18 e i 35 anni alla data della domanda preliminare;

Imprese Femminili, sia in forma di impresa individuale che di società, costituite da meno di 6 mesi o non ancora costituite e partecipate interamente da donne di età superiore a 18 anni;

Nuove Imprese, partecipate per almeno il 50%, sia del capitale sia del numero di soci, da

  1. > giovani con età tra 18 anni e 35 anni
  2. > donne di età superiore a 18 anni
  3. > soggetti che non abbiano avuto rapporti di lavoro subordinato nell’ultimo mese
  4. > persone in procinto di perdere un posto di lavoro,
  5. > titolari di partita IVA non iscritti al registro delle imprese che, nei 12 mesi antecedenti la domanda abbiano emesso fatture per un imponibile inferiore a 15.000 Euro,
  6. >soci lavoratori e amministratori di cooperative sociali assegnatarie di beni immobili confiscati,
  7. >soci e amministratori delle imprese beneficiarie dell’Avviso “PIN – Pugliesi Innovativi”

Nuove Imprese Turistiche in possesso degli stessi requisiti previsti per le Nuove Imprese, che vogliono avviare un'attività di B&B imprenditoriale o affittacamere.


Attachment Nidi - Diomede.jpg

Resto al Sud 2022

by Amministratore Sistema -
Resto al Sud sostiene la nascita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e libero professionali:

> in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia
> nelle aree del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche, Umbria)
> nelle isole minori marine, lagunari e lacustri del Centro-Nord

L’incentivo è destinato a chi ha un’età compresa tra i 18 e i 55 anni.
Non ci sono bandi, scadenze o graduatorie: le domande vengono valutate in base all’ordine cronologico di arrivo.

Sono finanziabili:
    > attività produttive nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura
    > fornitura di servizi alle imprese e alle persone
    > turismo
    > commercio
    > attività libero professionali (sia in forma individuale che societaria)
Sono escluse le attività agricole.

Resto al Sud copre fino al 100% delle spese, con un finanziamento massimo di 50.000 euro per ogni richiedente, che può arrivare fino a 200.000 euro nel caso di società composte da quattro soci.

Per le sole imprese esercitate in forma individuale, con un solo soggetto proponente, il finanziamento massimo è pari a 60.000 euro.

A supporto del fabbisogno di circolante, è previsto un ulteriore contributo a fondo perduto:
- 15.000 euro per le ditte individuali e le attività professionali svolte in forma individuale
- fino a un massimo di 40.000 euro per le società

Il contributo viene erogato al completamento del programma di spesa, contestualmente al saldo dei contributi concessi.

Possono essere finanziate le seguenti spese:
    > ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili (massimo 30% del programma di spesa)
    > macchinari, impianti e attrezzature nuovi
    > programmi informatici e servizi per le tecnologie, l’informazione e la telecomunicazione
    > spese di gestione (materie prime, materiali di consumo, utenze, canoni di locazione, canoni di leasing, garanzie assicurative) – massimo 20% del programma di spesa
Non sono ammissibili le spese di progettazione e promozionali, le spese per le consulenze e per il personale dipendente.

Le agevolazioni coprono il 100% delle spese ammissibili e sono così composte:
> 50% di contributo a fondo perduto
> 50% di finanziamento bancario garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI. Gli interessi sono interamente a carico di Invitalia.
Attachment Resto_al_Sud.jpg

Testo Unico safety

by Amministratore Sistema -

E' stata pubblicata la nuova edizione, aggiornata ad aprile 2022, del testo coordinato del decreto legislativo 9 aprile 2008 n. 81 in materia di tutela della salute nei luoghi di lavoro.

Il testo coordinato è stato predisposto da Gianfranco Amato, dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro, e da Fernando Di Fiore, dell'Agenzia di Tutela della salute (ATS) di Pavia.

Il documento è disponibile al seguente link: https://www.diomedeformazione.it/a/TU-81-2008_Aprile-2022.pdf


Attachment 81-2008.jpg

Impianti di videosorveglianza

by Amministratore Sistema -

Il tuo impianto di videosorveglianza è a norma con l'autorizzazione dell'Ispettorato Territoriale del Lavoro? Contattaci per un consulto gratuito.

Attachment videosorveglianza.jpg
Older topics...

Course categories