Annunci del sito

UNI/PdR 87:2020

by Amministratore Sistema -

Nuova Prassi di riferimento UNI: insieme al Consiglio Nazionale degli Ingegneri è stata redatta la UNI/PdR 87:2020 "Servizio prevenzione e protezione - Attività tipiche del servizio di prevenzione e protezione così come previsto dall'art. 33 del D.Lgs. 81/2008" che fornisce elementi utili a tutti i soggetti coinvolti nella gestione della salute e sicurezza per espletare al meglio la loro funzione. DOWNLOAD

Attachment 1_a_b_a-aba-cni-uni-prassi.jpg

CHIARIMENTI SU FORMAZIONE IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA

by Amministratore Sistema -

È disponibile, nell’apposita sezione dedicata del sito del Ministero del Lavoro, una nuova FAQ che riguarda la formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali precisa che, in considerazione della situazione eccezionale, caratterizzata dalle misure di contenimento volte a evitare e prevenire il contagio da COVID-19, in coerenza con il principio introdotto dall’articolo 103, comma 2, del Decreto Legge n. 18 del 2020, la mancata effettuazione dell’aggiornamento non preclude lo svolgimento dell’attività lavorativa. Fermo restando, naturalmente, l’obbligo di completare l’aggiornamento immediatamente dopo la fase emergenziale.

Inoltre

"al fine di contemperare l’esigenza del contenimento delle attività con il necessario aggiornamento delle competenze in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, si ritiene ammissibile, in via temporanea, lo svolgimento delle attività formative in videoconferenza esclusivamente con modalità sincrona, ad esclusione della parte pratica dei corsi, in modo da garantire la verifica delle presenze dei soggetti da formare e la piena interazione tra questi ultimi e i docenti".

Per maggiori informazioni, si può consultare il testo completo nella sezione FAQ del sito.


Attachment FAQ.jpg

ADEGUARE I LUOGHI DI LAVORO E PROTEGGERE I LAVORATORI

by Amministratore Sistema -

La crisi di Covid-19 sta mettendo pressione sui datori di lavoro e sui lavoratori. Appena le misure di distanziamento interpersonale porteranno a una riduzione sufficiente dei tassi di trasmissione di Covid-19, le amministrazioni nazionali autorizzeranno una ripresa graduale delle attività lavorative.

Misure preventive adeguate contribuiscono a rendere sano e sicuro il rientro al lavoro evitando la trasmissione della Covid-19. L’EU-OSHA ha elaborato orientamenti dell’EU in materia di salute e sicurezza sul lavoro a sostegno di questo processo.

Consulta e condividi gli orientamenti dell’UE Covid-19: fare ritorno al luogo di lavoro – Adeguare i luoghi di lavoro e proteggere i lavoratori.


Attachment osha.jpg

BANDO INVITALIA "IMPRESA SICURA"

by Amministratore Sistema -

Al via Impresa SIcura, il nuovo bando attivato da Invitalia che consente di ottenere il rimborso delle spese sostenute dalle aziende per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale finalizzati al contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19.

Si ricorda che è possibile inviare la prenotazione del rimborso dalle ore 9.00 dell’11 maggio prossimo, attraverso lo sportello informatico dedicato https://prenotazione.dpi.invitalia.it/ .
Attachment impresa-sicura.jpg

FORMAZIONE IN VIDEOCONFERENZA

by Amministratore Sistema -

I recenti documenti della Regione Piemonte ( prot. n. 12255/A1409B del16/04/2020) e Regione Lazio (parere n. 348383 del 16/04/2020) riguardanti le indicazioni per la formazione in materia di salute e sicurezza del lavoro, condivise peraltro dai rappresentanti delle diverse regioni, prevedono che le attività formative organizzate con le modalità della videoconferenza sincrona debbano ritenersi equiparate a tutti gli effetti alla formazione in presenza e che quindi siano idonee a soddisfare gli adempimenti formativi in materia di salute e sicurezza.

Attachment videoconferenza.jpg

MEDICI COMPETENTI A CONTRASTO DEL COVID-19

by Amministratore Sistema -

Scarica qui la circolare del 29/04/2020 diffusa dal Ministero della Salute con le indicazioni operative relative alle attività del medico competente nel contesto delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2 negli ambienti di lavoro e nella collettività.

Attachment medico.jpg

SICUREZZA IN CASA

by Amministratore Sistema -

Vi segnaliamo alcune utili risorse per supportare i cittadini nel tempo trascorso in casa durante l'emergenza sanitaria in atto.  L'obiettivo è la sensibilizzazione sui rischi per la sicurezza in ambito domestico e alla formazione sulle principali manovre di primo soccorso, antincendio, movimentazione corretta dei carichi e prevenzione del rischio elettrico.

L’incidente più frequente è la caduta. Sono numerosi i fattori che possono causare le cadute, la tipologia più frequente di incidente domestico. Tra questi, pavimenti bagnati o cerati, pavimenti non antiscivolo, tappeti mobili su superfici molto lucide, fili elettrici o cavi liberi e, infine, un uso non corretto delle scale, in particolare pieghevoli. Per prevenire episodi spiacevoli è preferibile usare scarpe comode dotate di tacchi bassi e suola antiscivolo quando si lavora in casa, usare i tappetini antiscivolo in bagno, fissare i tappeti ai pavimenti con strisce adesive o apposite retine e non usare strumenti impropri, come tavoli e sedie, per raggiugere le parti più alte degli arredi. La pubblicazione realizzata dall’Istituto contiene anche i consigli per utilizzare al meglio scale portatili e sgabelli.

Fiamme libere e pericolo d’incendio. Quando vengono accostate sostanze infiammabili, come legno, carta, tessuti o alcol ed elementi che possono innescare incendi, tra cui sigarette accese o impianti elettrici, si sviluppa il fuoco. Prima di iniziare a cucinare o a godersi qualche momento di relax è bene, quindi, ricordare di non lasciare che i manici delle pentole sporgano dal bordo anteriore-esterno del piano cottura e di non collocare le più pesanti nella parte frontale esterna, di raccogliere i capelli, di non utilizzare abiti svolazzanti e di non tenere tende vicino a fornelli.  E se i prodotti combustili vanno sempre conservati in un luogo protetto, non bisogna dimenticare, tra le altre cose, di staccare la presa dell’antenna tv durante i temporali e di spegnere il televisore mediante l’interruttore e non con il telecomando.

I rischi legati all’elettricità. Apparecchi malfunzionanti, comportamenti errati o impianti non a norma possono comportare il rischio di folgorazione, corto circuito e incendio. Per questo, quando si utilizzano prese, spine, riduttori o prese multiple bisogna innanzitutto verificare l’esistenza delle marcature “CE” e “IMQ ” e la potenza supportata. Dopo aver verificato anche l’assenza di bruciature, segni di fusione, bruniture, forti ossidazioni dei contatti e la corretta connessione tra prese e spine, è necessario ricordarsi di non sovrapporre, collegando più riduttori o prese multiple in serie. Nell’opuscolo anche le raccomandazioni legate al corretto utilizzo dei piccoli elettrodomestici.

Quando gli apparecchi a gas diventano pericolosi. I due rischi principali legati ad apparecchi installati male, usurati o non mantenuti correttamente sono eventuali fughe di gas e di ossido di carbonio. Il gas metano, infatti, è altamente esplosivo, mentre l’ossido di carbonio è tossico. Quindi è necessario innanzitutto verificare se esiste la certificazione di conformità dell’impianto. Poi, tra le misure indicate, oltre alla manutenzione periodica, si raccomanda di non lasciare i fornelli accesi esposti a correnti d’aria in caso di piano cottura senza termocoppie (sensore che blocca il flusso di gas se il fuoco si spegne), e, in caso di forte odore di gas, chiudere il rubinetto, aprire le finestre e non attivare comandi elettrici. Le caldaie dovrebbero essere collocate all’esterno, e, se sono all’interno, che siano del tipo a “fiamma protetta” marchiate CE.

Pulire in sicurezza. Utilizzare detergenti, disinfettanti o insetticidi può essere pericoloso a causa delle sostanze volatili che si liberano nell’aria. Allo stesso tempo il contatto della cute e delle mucose con alcuni prodotti, come candeggina e acido muriatico, può produrre effetti pericolosi come irritazioni e sensibilizzazioni. Per questo, è necessario leggere attentamente le etichette dei recipienti con i simboli di pericolo e le istruzioni per l’impiego dei prodotti di pulizia e igiene, custodire in prodotti in luoghi sicuri, inaccessibili ai bambini, ed eliminare le confezioni prive di etichetta. Infine, è bene non miscelare i prodotti tra loro e usare sempre i guanti per proteggere le mani.

VVFF Casa Sicura

INAIL Sicurezza bambini

Corso sicurezza in casa

Attachment sicurezza_domestica.jpg

SICUREZZA NEGLI SCAVI ARCHEOLOGICI

by Amministratore Sistema -
di Anna Maria Russo, archeologa.

La complessità di un cantiere archeologico varia da un livello minimo (scavo in aperta campagna, con livelli archeologici posti a poche decine di centimetri sotto il piano di calpestio moderno) a un livello massimo (grandi cantieri nei centri storici delle città con una stratificazione archeologica che si sviluppa spesso per diversi metri di altezza).

Tra questi due estremi si colloca una varietà virtualmente infinita di casi i cui elementi costanti sono:

- Necessità di scavare e rimuovere quantità spesso consistenti di terra, molto spesso con l’ausilio di mezzi meccanici;

- Movimento su una superficie particolarmente accidentata determinata dalla natura propria della stratificazione archeologica;

- La presenza di persone diverse, chiamate a interagire in diversi modi tra loro e con lo spazio che ospita la loro attività: si va dalle maestranze delle ditte edili che svolgono attività collaterali allo scavo vero e proprio come movimento terra (nella maggioranza dei casi si tratta di operai addestrati alla sicurezza sia sulla base della pratica concreta e quotidiana del lavoro, sia attraverso una formazione specifica sulla sicurezza sul lavoro), ad archeologi professionisti dello scavo (anch'essi formati sui temi della sicurezza) fino a giovani in formazione per i quali i temi della sicurezza spesso non sono così “presenti”, come sarebbe necessario.

Le attività che si svolgono su un cantiere di scavo sono, proprio per la loro natura di indagine finalizzata a una scoperta, particolarmente affascinanti e coinvolgenti: fascinazione e coinvolgimento emotivo sono una molla determinante nella conduzione del lavoro quotidiano, ma sono spesso nemici di un atteggiamento consapevole e razionale nei confronti di rischi potenziali che - piccoli o grandi che siano - debbono essere individuati, valutati e possibilmente minimizzati.

Per approfondire, segnalo  questa pubblicazione dell'Ufficio Speciale prevenzione e protezione dell'università La Sapienza,  LA SICUREZZA NEI CANTIERI ARCHEOLOGICI, dalla collana “Cultura della sicurezza”.

Attachment cantiere_archeologico.jpg
Older topics...

Course categories