Annunci del sito

28 aprile 2021: Giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro

di Amministratore Sistema -

Abbiamo tutelato adeguatamente i lavoratori? Come possiamo proteggere meglio i luoghi di lavoro adesso e in futuro, in caso di nuove crisi globali? La  Giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro (28 aprile 2021)  porta con sé il peso di un’esperienza pandemica senza precedenti che ha avuto un impatto devastante sulla società, sull’economia e sul mondo del lavoro.


Allegato giornatasicurezza.jpg

Aggiornamenti corsi safety

di Amministratore Sistema -

Dal 6 aprile, per poter continuare a svolgere la propria attività, il proprio ruolo o la propria funzione in materia di salute e sicurezza sul lavoro, occorre completare l'aggiornamento della formazione nella materia specifica sospeso nel periodo di pandemia. E' quanto emerge dalla lettura dell'ultimo "Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro" che ha abrogata tale possibilità introdotta con il precedente Protocollo del 24/4/2020.


Allegato diomede.jpg

Protocollo di contrasto al COVID19 nei luoghi di lavoro

di Amministratore Sistema -

Aggiornato il protocollo di contrasto al COVID19 nei luoghi di lavoro; il testo sottoscritto ieri scaricabile qui.

Il 14 marzo 2020, le parti sociali, sotto la regia del Governo, si erano incontrati per predisporre un protocollo d’intesa volto a fornire alle aziende una traccia per il contenimento del rischio di contagio. Il protocollo fu aggiornato il 24 aprile 2020. Il 6 aprile, le parti sociali hanno provveduto ad un ulteriore aggiornamento di cui riportiamo le principali novità.

ATTENZIONE: come per i protocolli precedenti, trovano applicazione esclusivamente per aziende non del settore sanitario.
Ecco i principali punti del protocollo, in continuità con le versioni precedenti:
1. Massimo utilizzo del lavoro agile;
2. Incentivazione di ferie e permessi volti a ridurre la presenza di persone in azienda;
3. Sospensione delle attività nei reparti non essenziali alla produzione;
4. Adozione di protocolli anticontagio;
5. Sanificazione degli ambienti di lavoro;
6. Limitazione degli spostamenti all’interno della singola sede;
7. Adozione di protezione delle vie respiratorie nei locali condivisi.
Ecco le principali novità:
1. La riammissione sul lavoro di lavoratori risultati positivi è possibile solo a seguito di tampone (molecolare o antigenico) anche superati i 21 giorni. Questa precisazione nasce dal fatto che la Circolare di ottobre 2020, relativamente ai c.d. lunghi positivi, aveva previsto il termine dell’isolamento dopo 21 giorni. Viene ribadito che, sebbene l’isolamento finisca al 21-esimo giorno, il lavoratore potrà tornare al lavoro solo con tampone negativo;
2. Obbligo di utilizzo della mascherina in tutti gli ambienti di lavoro condivisi. Il protocollo del 24 aprile aveva introdotto l’obbligo di mascherina negli spazi comuni, oltre che in tutti i casi di mancato rispetto del distanziamento. La nota di commento di Confindustria aveva indicato che, per spazi comuni, si intendevano quelli di cui al punto 7 (mensa, spogliatoi, aree fumatori, aree break) lasciando quindi liberi i locali di lavoro. Con questo aggiornamento, si ha l’obbligo di indossare la mascherina in qualsiasi ambiente di lavoro salvo dove si possa dimostrare l’effettivo isolamento del lavoratore;
3. Viene inserita la possibilità di trasferte anche all’estero da svolgersi, però, in base a specifiche considerazioni in base al contesto;
4. Permessa la formazione in presenza purchè svolti in azienda;
5. Nel caso di ricovero ospedaliero per il soggetto positivo, è prevista la visita medica di rientro, indipendentemente dalla durata dell’assenza, quindi anche per meno di 60 gg.
Allegato Protocollo anti covid19.png

Convenzione con Università di Bari

di Amministratore Sistema -

Abbiamo sottoscritto una convenzione con il Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione (For.Psi.Com.) dell'Università di Bari allo scopo di attivare tirocini curriculari per studenti interessati ai temi della formazione e della sicurezza sul lavoro.
Per maggiori informazioni https://lnkd.in/dV8sYvq

Allegato Portiamo valore 2.jpg

Nuovo DCPM: in vigore dal 6 marzo

di Amministratore Sistema -

SCARICA l'originale del provvedimento in vigore fino al 6 aprile: vietati gli spostamenti tra le regioni e viaggi turistici, restano chiuse piscine e palestre, dal 27 marzo riapriranno cinema e teatri.

Allegato dpcm-2-marzo-2021.jpg

Sconto INAIL 2021 (OT23)

di Amministratore Sistema -

Le aziende che hanno apportato degli interventi migliorativi nel campo della sicurezza e dell’igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli già previsti dalla normativa, possono compilare il modello OT23 2021 con il quale possono ridurre il tasso medio delle tariffe Inail in base agli interventi di prevenzione effettuati nell’anno 2020.

Le migliorie, effettuate nell’anno precedente a quello della domanda, devono essere documentabili e inoltrate insieme al modello OT23 entro la data del 1 marzo 2021.


Allegato ot23.jpg

Auguri di buon Natale e felice anno nuovo

di Amministratore Sistema -

Guardando al futuro che stiamo costruendo, siamo certi che gli sforzi messi in campo quest’anno non saranno fini a sé stessi. Ci aiuteranno a crescere e a migliorare ancora, per affrontare il 2021 con più ottimismo e slancio di prima. E con la consapevolezza che, insieme ai nostri Clienti, potremo superare anche questo difficile passaggio della nostra storia.

Allegato Auguri 2021.JPG

Bando ISI 2020: contributi a fondo perduto del 65%

di Amministratore Sistema -

È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale l’estratto dell’avviso pubblico per il bando Isi 2020.

L’Inail mette a disposizione 211.226.450 euro in finanziamenti a fondo perduto per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura e, solo ed esclusivamente per l’asse 2, gli Enti del terzo settore.

Le risorse finanziarie destinate ai progetti sono ripartite per regione/provincia autonoma e per assi di finanziamento.

L’importo massimo erogabile è di 130.000 euro per i progetti appartenenti agli assi 1, 2 e 3, di 50.000 euro per i progetti appartenenti all’asse 4.

Nella sezione dedicata al bando, in Attività > Prevenzione e sicurezza > Agevolazioni e finanziamenti > Incentivi alle imprese, sono disponibili la modulistica e gli avvisi pubblici regionali per la documentazione di dettaglio.

Le date di apertura e chiusura della procedura informatica per la presentazione della domanda, saranno pubblicate sul portale dell’Istituto, nella sezione dedicata all’Avviso Isi 2020, entro il 26 febbraio 2021.

Diomede è a disposizione delle imprese per fornire informazioni, per assisterle nella fase progettuale e per farsi carico della presentazione online delle domande.

Allegato isi.jpg
Argomenti precedenti...

Categorie di corso